Nevrastenia

In un lungo ed approfondito articolo, pubblicato nel numero 80/81 della rivista MusicBox, intitolato “Battiato – Sulle corde del genio: dai dischetti di plastica agli armonici“, Pio De Bellis scrive di un concerto tenutosi nell’aprile del 1978 nella saletta del Pre-Art (Milano) e nel quale è stato eseguito il brano sperimentale “Nevrastenia” per due violini (nell’occasione i violini furono affidati allo stesso Battiato e a Giusto Pio).

una possibile esecuzione di "Nevrastenia"
una possibile esecuzione di “Nevrastenia”

Di questo brano circola una registrazione non ufficiale.

Annunci

Cinema Odeon

Nell’Archivio Opere Musicali della SIAE è presente una composizione esclusivamente strumentale intitolata “Cinema Odeon” della quale sono autori Franco Battiato e Giusto Pio.

cinemaodeon2
i crediti di Cinema Odeon

Non è specificato quando sia stata depositata questa composizione. Non mi risultano né pubblicazioni ufficiali né registrazioni non ufficiali di questo lavoro.
E’ da notare che questa composizione ha il codice ISWC consecutivo con un’altra composizione, “Clar“. Questo lascia intendere che le due composizioni siano coeve e probabilmente legate tra loro.

L’ultima salita

L’ultima salita” è un film di Elisabetta Sgarbi del 2009.
Il film è dedicato ad alcune opere d’arte, particolarmente la via crucis lignea di Beniamino Simoni in quel di Cerveno, provincia di Brescia.

Nei titoli di coda è scritto “musiche originali di Franco Battiato” e “Messa Arcaica di Franco Battiato“.
Effettivamente ascoltando il film si riconoscono in molte scene ampie sezioni della Messa composta da Battiato.

Si riconoscono anche alcuni estratti da opere di Olivier Messiaen (precisamente dal secondo e dal terzo movimento di “Et exspecto resurrectionem mortuorum” e da ” Les offrandes oubliées“), nonostante sia del tutto assente dai crediti del film.

Oltre a questi brani ho però identificato tredici altri frammenti musicali (più o meno lunghi, più o meno compiuti), per un totale di una mezzoretta abbondante, attribuibili con buona sicurezza a Battiato.
Sono pezzi, salvo poche eccezioni, o di natura elettronica o con al centro un pianoforte non lontano dall’uso che ne fece il nostro nel “Gilgamesh“. Di alcuni la paternità di Battiato è più che evidente (in uno c’è anche la sua voce da muezzin), di altri un po’ meno.
In ogni caso musiche interessanti, spesso con la bella voce di Toni Servillo a recitarci sopra, con alcuni momenti molto buoni.

cerveno0001
l’edizione Bompiani de L’ultima salita

La colonna sonora del film non è mai stata pubblicata.
Il film invece è stato pubblicato in DVD dalla Bompiani in una confezione comprendente anche un libro ricco di illustrazioni.

Recollection

azzurro_ebat

Nel 2006 vengono organizzati alcuni concerti intitolati “L’azzurro cielo degli incontri” nei quali si confrontano alcuni artisti italiani con alcuni musicisti provenienti dalla Mongolia.
Nella data romana, il 26 giugno 2006 all’Auditorium di via della Conciliazione, Franco Battiato interpreta, insieme al Morin Khuur ensemble, 3 brani:

  • Le aquile non volano a stormi” (all’epoca già noto, pubblicato in “X stratagemmi“)
  • The game is over” (all’epoca inedito e che sarà inciso di lì a poco, comparirà nell’album “Il vuoto“)
  • Recollection” (brano che a tutt’oggi risulta inedito) la cui musica è stata scritta dal maestro Natsag Jantsannorov mentre il testo (in inglese) è stato scritto da Battiato .
azzurro_i2bat
le note di Battiato a “L’azzurro cielo degli incontri”

Di questo brano circola almeno una registrazione non ufficiale.