Archivi categoria: canzoni

pop e dintorni

Inedito 1977

Come riportato nel libro di Fabio ZuffantiBattiato – La voce del padrone  – 1945-1982: nascita, ascesa e consacrazione del fenomeno” (Arcana, 2018), a fine 1977, Battiato organizza insieme a Pino Massara in uno studio di Milano alcune sessioni di registrazioni per materiali che poi non verranno pubblicati (con l’eccezione di un demo di “Stranizza d’amuri” che comparirà nel CD antologico “La convenzione“).

Tra questi brani ce ne sarebbe anche uno rimasto inedito, del quale si ignora il titolo, realizzato, tra gli altri, insieme al batterista Ottavio Corbellini.


Con l’eccezione della citata “Stranizza d’amuri” non circola in rete nessuna di queste registrazioni, probabilmente presenti nell’archivio del compianto Pino Massara (aggiungiamo pure che, immaginiamo, questi eventuali brani inediti di Battiato non furono pubblicati da Massara PROPRIO in quanto inediti, e magari neanche depositati alla SIAE; fossero state versioni alternative di brani comunque usciti anni dopo li avrebbe tranquillamente inseriti nella stessa antologia nella quale mise “Stranizza d’amuri“).

Annunci

Jingle pubblicitari

Nel libro di Fabio ZuffantiBattiato – La voce del padrone  – 1945-1982: nascita, ascesa e consacrazione del fenomeno” (Arcana, 2018), si accenna ad una collaborazione tra Battiato ed Herbert Pagani finalizzata alla creazione di jingle pubblicitari.
Ne parla, in particolare, Nunzio “Cucciolo” Favia, futuro batterista degli Osage Tribe, raccontando di come conobbe Franco Battiato: “Conobbi Franco grazie ad Herbert Pagani […] in quel periodo lavoravano a delle musiche per la pubblicità […] Battiato mi sentì suonare in uno dei suoi jingle, insieme a Ivan Graziani, e chiese informazioni su di me a Herbert“.


Di questi jingle, probabilmente trasmessi da Radio Montecarlo, si è persa ogni traccia e in rete non ne circola alcuna registrazione.

Io non sono più io

Nell’Archivio Opere Musicali della SIAE è presente una  canzone, intitolata “Io non sono più io”  della quale sono autori Franco Battiato (per la musica) insieme a Roberto Ferri (per il testo).

i crediti di “Io non sono più io”

Non è specificato quando sia stata depositata questa composizione e, per quello che ne sappiamo, questa canzone non è mai stata incisa (anche se ammettiamo di non essere particolarmente esperti della discografia di Roberto Ferri, nonostante abbia varie volte collaborato con Battiato).
In teoria potrebbe essere sia una canzone preparata tempo fa e poi scartata, sia una canzone recente che potrebbe comparire nel prossimo album di Ferri (o di Battiato) e che nel frattempo è stata regolarmente depositata. Salvo nuove informazioni tendiamo a ritenerlo un inedito.

Dormirai canterai ballerò

Nell’Archivio Opere Musicali della SIAE è presente una  canzone, intitolata “Dormirai canterai ballerò”  della quale sono autori Franco Battiato e Giusto Pio (per le musiche) e ancora Franco Battiato insieme a Michele Pecora per i testi.

i crediti di “Dormirai canterai ballerò”

Non è specificato quando sia stata depositata questa composizione, ma riteniamo che sia una sorta di versione alternativa della canzone “Canterai se canterò“, scritta dai medesimi autori per Catherine Spaak alla fine degli anni ’70.
Per quello che ne sappiamo questa versione non è mai stata incisa (anche se ammettiamo di non essere degli esperti della discografia di Michele Pecora, magari l’ha pubblicata lui…) e, non conoscendo le differenze con il brano inciso dalla Spaak (e depositato alla SIAE separatamente) lo possiamo ritenere un inedito.

Fiore

Nell’Archivio Opere Musicali della SIAE è presente una composizione, quasi sicuramente una canzone, intitolata “Fiore” (ma potrebbe anche intitolarsi “Il fiore” o “Un fiore“) della quale sono autori Franco Battiato e Amedeo Maffei.

i crediti di “Fiore”

Non è chiaro se questa canzone sia il medesimo brano di cui si parla in questo articolo scritto da Valerio D’Angelo, brano intitolato “Un fiore“, lato B di un 45 giri dei Capsicum Red, realizzato dalla Bla…Bla…, con il codice BBL 1332 e la canzone “In una sera” sul lato A, singolo mai arrivato nei negozi (e che non abbiamo mai ascoltato).
Come potete vedere nell’immagine sotto sull’etichetta il brano è accreditato ad altri autori (ed in effetti sul sito della SIAE questa composizione esiste, accreditata a questi 3 autori più Emilio Daniele), ma il dubbio che ci sia un legame tra le due composizioni resta.

l’etichetta del lato B del singolo dei Capsicum Red “In una sera/Un fiore”

Non è specificato quando sia stata depositata questa composizione, ma poiché Maffei è stato chitarrista di Giorgio Gaber e Battiato ai tempi di “E allora dai” è probabile che il brano sia stato scritto in quegli anni.
Fermo restando il dubbio sulla canzone interpretata dai Capsicum Red, non mi risultano né pubblicazioni ufficiali né registrazioni non ufficiali di questa canzone.

Asino d’oro

In un articolo di Dario Salvatori, pubblicato dal quotidiano Il Tempo nel 2004 (lo potete leggere anche nella sezione “Press & memorabilia” del sito ufficiale dei Krisma, cliccate qua per leggerlo), articolo nel quale introduceva l’allora nuovo disco di Battiato “Dieci stratagemmi“, Salvatori parla di una canzone scritta da Battiato insieme a Manlio Sgalambro e intitolata “Asino d’oro”  che sarebbe stato “il brano di punta” del disco.

Non solo nessuno dei brani presenti in “Dieci stratagemmi” si intitola così, ma anche nessuno dei testi presenti nel disco parla di asini  né se ne parlerà nei dischi seguenti.
Riteniamo pertanto possibile che questa canzone sia rimasta inedita.


Di questo brano non circola alcuna registrazione anche se, secondo alcune voci rigorosamente non confermate, sarebbe stato eseguito dal vivo in qualche occasione.